Pandoro senza burro


Quando arrivano le vacanze natalizie, adoro far colazione con una bella fetta di pandoro. Negli ultimi anni, però, la mia voglia di pandoro è stata frenata dal fatto che, quando mangio una fetta di questo tipico dolce sento lo stomaco appesantito per tutta la mattina. Sarà il burro, saranno i conservanti dei prodotti confezionati, sarà che preferisco assecondare la mia voglia di dolce senza appesantirmi. E’ così che quest’anno per la prima volta ho deciso di fare il pandoro in casa, rigorosamente senza burro.
 

Il procedimento è molto semplice, al di là di quel che si può pensare, è solo lungo perché il composto deve riposare 2 volte, una volta in frigo per c.a. 10 h e una volta al calduccio per c.a.8 h. Io ho cominciato la preparazione la mattina, poi l’ho messo in frigo e sono andata a lavoro. Tornata da lavoro l’ho trasferito nel suo stampo e messo a riposare al calduccio vicino al termosifone per tutta la notte e l’indomani mattina, prima di andare a lavoro, l’ho cotto. Sono uscita di corsa, lasciando un profumo delizioso dietro di me, e ho dovuto aspettare la sera prima di mangiare una morbida fetta del mio pandoro…ma l’importante è averlo mangiato! 🙂
Nella preparazione ho usato per comodità il bimby, ma puoi usare qualunque altra impastatrice o semplicemente lavorare l’impasto con le mani.
Allora, sei pronta per cominciare?

 

 

Ingredienti

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina di manitoba
  • 150 gr di zucchero
  • 90 ml di olio d’oliva
  • 1 vasetto di yogurt alla vaniglia
  • 20 ml di latte
  • 4 tuorli
  • la scorza grattuggiata di 1 arancia e mezza
  • il succo di 1 arancia
  • ½ cubetto di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 60 ml di acqua
  • zucchero a velo per il top

 

 

Procedimento – Come fare il pandoro senza burro

Metti nel boccale (o nell’impastatrice o semplicemente in una ciotola) la farina, lo zucchero e la buccia grattuggiata di 1 arancia e mezza. Versa in un bricco l’olio, il succo di 1 arancia, 4 tuorli, lo yogurt e 20 ml di latte. Aggiungi questi liquidi agli ingredienti messi nel boccale e mescola per 1 minuto alla velocità 2 (se non hai il bimby, mescola con un cucchiaio). Sciogli il lievito in 60 ml di acqua tiepida in cui hai aggiunto 1 cucchiaino di zucchero. Versa l’acqua con il lievito nel boccale e impasta per 2 minuti, modalità spiga (o impasta con le mani).
Metti il composto del pandoro a riposare in frigo per 1 giornata (c.a. 10 h) in una ciotola coperta da un panno.

 

lievitazione pandoro

 

Trascorso questo tempo sposta il composto in uno stampo da pandoro imburrato e infarinato e metti a lievitare per 8 h coperto da un panno. Se riesci a mettere il panno non appoggiato completamente sullo stampo sarebbe meglio perché se il pandoro gonfia molto e tocca il panno quando togli il panno rischi che si sgonfi un pò perché il composto resta attaccato al panno. Per evitare questo inconveniente potresti usare quei cartoncini che usano in pasticceria quando confezionano un vassoio di dolcetti.
Quando il pandoro è lievitato ed è bello gonfio mettilo a cuocere in forno ventilato preriscaldato a 170° per 30/35 min.

 

pandoro cottura in forno

 

Negli ultimi 10 minuti di cottura, se vedi il pandoro scurirsi troppo in superficie, coprilo con un foglio di carta d’alluminio.
Lascia raffreddare, sforma il pandoro su un piatto da portata e spolvera con zucchero a velo.

 

pandoro senza burro

 

Tagliane subito una fetta per assaggiarlo!!

pandoro senza burro fetta

 

 


Informazioni su Maika Messalli

Ciao, sono Maika Messalli. Sono napoletana ma vivo a Roma. Lavoro di giorno in una azienda cosmetica, nel settore marketing, e di notte mi dedico alla mia grande passione: i dolci. Approfondisci chi sono su http://www.dolcequantobasta.it/un-po-di-me/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *